Casa Mad

Enoteca, winebar? No, qualcosa di diverso, d’altro: di più!

E’ un posto, più che un localino, incastonato dentro le mura barocche del Quadrilatero Romano di Torino, proprio dietro il Santuario della Consolata, in via Santa Chiara, 24/bis.

E’ una storia, più che un posto più che un localino.

La storia di Daniela – pittrice – e Antonio, architetto: una storia disponibile tutti i giorni dalle 18 in poi.

Se siete persone sensibili e curiose, andateci di corsa ma, appena arrivati, smettete di correre e respirate profondamente, con tutti i sensi.

Ecco l’articolo pubblicato su Barolo & Co di giugno:

«Via Santa Chiara è una via un poco strana: a un certo punto pare finire contro un muro secentesco e invece no! Bisogna attraversare la via delle Orfane e spostarsi a sinistra di pochi metri: la strada acciottolata ricomincia imperterrita e poco oltre ci si imbatte in un localino particolare. Sarà un’enoteca, forse un wine-bar?                                        

A dire il vero, qualcosa di diverso, d’altro: di più! È un posto, più che un localino, incastonato dentro le mura barocche del Quadrilatero Romano di Torino, proprio dietro il Santuario della Consolata, in via Santa Chiara, 24/bis. E si tratta di una storia, più che un posto e più che un localino. La storia di Daniela e Antonio: lei pittrice, stilista e già collaboratrice per diversi anni di Elio Fiorucci. Antonio, architetto con la passione della cucina e del buon bere. S’incontrano per caso alla fine del 2006 e, dopo quasi tre anni passati a cucinare per gli amici tutti i venerdì sera, aprono a sorpresa questo posticino incredibile nel novembre del 2009. Tre ambienti piccini, stipati di quadri, sculture, oggetti strani dentro cui i pochi tavoli – non più di una trentina di coperti – pare stiano a usurpare lo spazio. E invece no! Ai tavoli, dopo le 18, tutti i giorni della settimana, si alternano artisti, musicisti, persone sensibili e colte ma semplici e aperte che godono delle “mescite” – Antonio chiama così i suoi cocktail – delle “merende sinoire”, delle minestre e delle insalate più o meno vegetariane (d’inverno i salumi sono d’obbligo). Oltre a birra di qualità, CasaMad offre una quarantina di etichette di vini, soprattutto piemontesi e sardi. Si tratta di vini di piccoli produttori selezionati con cura: le scelta delle etichette sarde è un omaggio alle origini di Daniela, torinese di nascita ma di famiglia orgogliosamente, come si conviene, sarda. Inutile sottolineare l’atmosfera che qui si respira; e sforzo vano tentare di descriverla: occorre andarci. E di corsa, per smettere di correre appena arrivati e allertare i sensi, con calma. 

CasaMad                                                                                                                       

Via Santa Chiara, 24/bis – Torino                                                                                     

Tel. 335 529488

Leave a Reply