Se fossi Farinetti m’incazzerei

L1150251Oggi su La Stampa (meglio nota tra i torinesi come La Busiarda), a pagina 21, si trova una sorta di recensione dell’ultimo libro di Oscar Farinetti: Storie di coraggio – Mondadori Electa (proprietà Berlusconi), 252 pp., 16,90€) – a firma Piero Negri.

L’articolo, a tutta pagina, è ben fatto. Una di quelle classiche marchette, come si chiamano in gergo, abbastanza ben scritte per rendere omaggio a un grande cliente: non è un mistero che Eataly sia tra i maggiori inserzionisti de La Stampa, ma questo fatto non è né sconvolgente né esecrabile: funziona così, punto e basta. E non sono certo io a fare idioti commenti a carattere falsamente etico, almeno in questo caso. E, ripeto, Piero Negri (che non conosco) ha fatto il suo più che onesto lavoro.

Non fosse per la fotografia in controluce!

Quel ditino mignolo alzato…

Quel ditino mignolo alzato: che racconta cattivo gusto, provincialismo, supponenza…

Fossi Oscar Farinetti, per davvero, m’incazzerei.

E non poco.

L1150252

Leave a Reply