Posts Tagged ‘Bruno Ceretto’
Il Tartufo Bianco d’Alba

Il mio libro, abbinato con il quotidiano La Stampa, si trova in tutte le edicole del nord-ovest fino alla fine di ottobre. Il prezzo di copertina è di 9,90 € per 160 pp. Edito dalle Edizioni del Capricorno di Torino.

La Tonda gentile a Grinzane Cavour con l’Accademia Italiana della cucina

Sabato 18 aprile alle 9,45, presso il castello di Grinzane Cavour, s’è svolto il convegno: “La nocciola Piemonte Igp (o tonda gentile) – Qualità e ricchezza del Piemonte tra le Langhe e Torino“. Promosso dalle delegazioni di Alba-Langhe, Torino e Torino Lingotto dell‍’Accademia italiana di Cucina, istituzione culturale nata con lo scopo di valorizzare e proteggere le tradizioni della cucina italiana, sia nel nostro paese sia all’estero.

Con intereventi di: Tino Cornaglia, Mauro F. Frascisco e Paoletta Picco, senatore Tomaso Zanoletti (presidente dell’Enoteca regionale piemontese di Grinzane Cavour), Flavio Borgna (presidente dell’Ente Fiera della nocciola), Pierluigi Vaccaneo (direttore della Fondazione Cesare Pavese), Alberto Cirio (componente Commissioni Ambiente, Sanità e Sicurezza alimentare, Agricoltura e Sviluppo Rurale presso il Parlamento europeo), Francesco Caffa (presidente di Nocciole Marchisio), Gian Paolo Braceschi (food technologist del Centro studi assaggiatori – Ente certificazione Prodotti agroalimentari), Elisabetta Cocito (direttore del Centro studi regionale dell’accademia) e lo chef stellato Marc Lanteri.

Nell’occasione è stato consegnato il premio intitolato a Paolo Bertani (scomparso presidente della delegazione e coordinatore del Piemonte), dedicato a uno chef torinese che abbia valorizzato la cucina italiana nel mondo. La scelta è caduta quest’anno su  Fabrizio Schenardi, nato a Rivoli, attualmente executive chef del Four Seasons resort al Walt Disney World in Orlando (Florida).

Interventi di profilo alto tra i quali non posso non segnalare le parole lucide, calde, incisive di Bruno Ceretto, un Grande Vero. Poi, Pierluigi Vaccaneo (che scopro marito della mia amica Cristina Torrengo), direttore della Fondazione Cesare Pavese, ha introdotto i lavori del convegno sulla Tonda Gentile. E’ stata una bellissima introduzione, impreziosita da alcune memorabili citazioni di Cesare Pavese, Chi mi conosce sa che amo poco Cesare Pavese: meno come poeta che in qualità di romanziere. Per me Cesare Pavese è il più grande traduttore italiano, meglio anche di Quasimodo (poeta anch’egli da me poco apprezzato), e intellettuale inarrivabile alla guida dell’Einaudi.

In conclusione, Marc Canteri – allievo di Alain Ducasse a Montecarlo e stella Michelin nei suoi precedenti ristoranti di Cuneo e Mondovì, da pochi mesi il nuovo cuoco del Ristorante Al Castello di Grinzane Cavour – ha cucinato per noi un pranzo di tradizione impeccabile (con citazione speciale per agnolotti e uno straordinario, leggerissimo sambajon). Chiaro che è un mio suggerimento: andateci di corsa, per il ristorante e per la bellezza (anche storica, oltre che paesaggistica) del luogo.

Istruttivo, poi, fare un’analisi sensoriale paragonata tra la nostra Tonda Gentile, la Napoletana e la turca (i turchi sono i maggiori produttori al mondo, ma la qualità…).

Grazie a Tino Cornaglia e all’ Accademia Italiana della Cucina.

http://www.accademiaitalianacucina.it/

http://www.castellodigrinzane.it/

http://www.fondazionecesarepavese.it/fondazione.php