Posts Tagged ‘Esagono’
Video Made in Piedmont

http://youtu.be/7p-f4544Ez8

IMG_3622

 

Di vino e d’altro ancora al Circolo dei Lettori

Bella serata al Circolo dei Lettori, nella storica sede di Palazzo Graneri della Roccia (1680) in via Bogino, 9 a Torino. Con gli amici Nico Ivaldi, giornalista e scrittore (nelle immagini il primo a sinistra) e il Dr. Giorgio Diaferia, medico e grande batterista jazz (Esagono). In sala molti amici, assai graditi. Tra questi Vincenzo Gioanola di cui abbiamo presentato il cortometraggio Giga, realizzato con l’animazione dei miei quadri dipinti con il vino (e musica di Bach). Ho anche presentato il cd degli Esagono Wine Notes, dedicato ai cru di Barolo.

Jazz e Barolo al Jazz Club di Torino
Esagono a Avigliana Jazz Festival 24 agosto 2013

Grande successo ieri sera al Green Beach di Avigliana per l’Esagono che inaugurava l’Avigliana Jazz Festival. Locale strapieno di un pubblico attento e competente che ha chiamato il gruppo a ripetuti bis. Ieri sera, oltre alla classica formazione dell’Esagono – Michele Cimino alle tastiere, Giorgio Diaferia alla batteria, Jacopo Albini al sax e Michele Anelli al contrabbasso – si è aggiunto Enrico Degani alla chitarra, rendendo i suoni più pieni e più vari.

Esagono ha eseguito diversi brani compresi nell’ultimo lavoro, Wine Notes, dedicato al Barolo; al solito, i brani più apprezzati sono stati Cannubi e Sperss (grandi cru di questo vino).

Esagono Stampa i

Esagono con Wine Notes al Parco Dora

http://www.youtube.com/watch?v=KUQaxbydFHg&feature=em-share_video_user

Jazz in Langa: Esagono & Fallegro
Cd cover Esagono Wine Notes

http://www.vincenzoreda.it/ascoltiamo-il-barolo-sorseggiando-jazz/

http://www.vincenzoreda.it/wine-notes-by-esagono-al-castello-di-barolo/

http://www.vincenzoreda.it/barolo-art-works-for-cover-jazz-cd-esagono/

Wine Notes by Esagono al Castello di Barolo

In occasione dell’annuale Asta del Barolo, organizzata dall’Accademia del Barolo (cui aderiscono 14 tra i migliori produttori di questo straordinario vino), il gruppo jazz-rock Esagono di Torino ha presentato in anteprima sei dei dieci brani contenuti nel nuovo disco, appena registrato e in uscita a fine mese: Wine Notes. Sono tutti brani originali ispirati ai migliori cru del Barolo, cui il lavoro è dedicato, composti dal musicista (tastierista) Marco Cimino. A Barolo l’Esagono ha eseguito: Cannubi, Lazzarito, Brunate, Ginestra, Sperss e Annunziata.

Inutile sottolineare il grande apprezzamento mostrato dal pubblico: pubblico di produttori, giornalisti, comunicatori, appassionati del mondo del vino.

Un grazie particolare alla famiglia Gagliardo che ha voluto questo concerto (ricordo che l’immagine sul CD è tratta da un mio quadro dipinto con il Barolo Gianni Gagliardo 2009 e che la copertina della brochure è tratta da un altro quadro, questo dipinto con il Barolo Sarmassa 2008 dei Marchesi di Barolo).

Il prossimo appuntamento è previsto il 4 luglio prossimo nelle cantine di Gianni Gagliardo a La Morra.

Barolo art works for cover jazz CD Esagono

Dopo quasi un mese di lavoro ho finito i miei quadri con i Barolo di Gagliardo e dei Marchesi. I lavori sono finalmente terminati e sono asciutti. Non è facile lavorare con i vini che hanno il Nebbiolo come vitigno base: il colore è sempre abbastanza scarico, pur giovani tendono al rosso aranciato più che al rubino e occorre molto tempo e parecchia pazienza per far sì che le sostanze coloranti (antociani, della famiglia dei polifenoli contenuti nelle bucce) impregnino e si fissino alle fibre di cotone della carta, in questo caso una preziosa Arches da 300 gr. a grana fine.

Il risultato mi pare più che buono: le forme che per mesi ho elaborato con gli arzigogoli della mia immaginazione hanno trovato la maniera di concretizzarsi e fissarsi sulla carta. Con quel tasso di casualità che fa parte delle mie ricerche e che cerco di assecondare o di piegare alla mia volontà: è sempre un compromesso tra ciò che vuol fare il vino, quanto gli permette l’ondulazione della carta e quelle che sono le mie esigenze. Superfluo sottolineare che in questo lavoro trovo enorme soddisfazione personale, intima. Durante le lunghe notti insonni a vegliare l’evoluzione del liquido e del suo colore che si sposa alla carta; tra dolcissimi profumi che invadono il mio studio, bevendo ogni tanto un sorso di quel colore che violenta il bianco vergine, affascinante, dalle infinite possibilità che si piega e si limita a quanto io ho deciso, sempre d’accordo con vino e carta.

Questi lavori saranno usati per illustrare la copertina del cd di musica jazz composta dal gruppo Esagono di Torino e dedicato al Barolo, ai suoi cru. Saranno esposti durante i concerti dal vivo del gruppo.

I miei lavori con i Barolo per il Jazz

Le immagini qui sopra documentano la preparazione dei due miei lavori che illustreranno il Cd a cui stiamo lavorando con al formazione jazz dell’Esagono di Torino: un intero lavoro ispirato e dedicato al Barolo e ai suoi cru.

Ho scelto due Barolo tra i migliori, prodotti da amici. Barolo che conosco e che amo: Gianni Gagliardo Barolo 2009 (bevuto en primeur: strepitoso) assemblato con uve provenienti da vari, piccoli appezzamenti situati in Barolo, La Morra e Monforte; Barolo Sarmassa 2008, Marchesi di Barolo, tre bicchieri Gambero Rosso, what else?

Ci vorranno diversi giorni per avere i risultati definitivi, ma i segni (su cui, come sempre, ho lavorato con l’immaginazione per mesi) su cui ho disposto le mie macchie, la mia ossessione per la macchia (con attenzione importante alle geometria frattale),  mi soddisfano appieno: stanno evolvendo come io desidero. Adesso, con tanta pazienza, aspetto che sciughino: aggiungo, tolgo, rifinisco. Saranno pronti tra una decina di giorni, almeno.

La carta è una delle mie solite predilette: Arches da 300 gr. formato di circa 56×77 cm.

Cannubi: ascoltando il Barolo, sorseggiamo jazz

http://www.youtube.com/watch?v=SYKsEN1ToPo&feature=em-share_video_user

Il link qui sopra permette di visionare l’intero filmato, un piano-sequenza ininterrotto di oltre 6 minuti, che ho ripreso durante il concerto di giovedì 7 febbraio scorso dell’Esagono al Café Neruda di Torino.

Il pezzo si intitola Cannubi, come il grande cru del Barolo, l’ha scritto Marco Cimino e questa è la prima esecuzione pubblica. Farà parte di un cd, che sarà inciso in marzo, dedicato interamente al Barolo: un progetto che è nato nello scorso autunno, parlando di vino, e bevendo vino, insieme con Giorgio Diaferia e Marco Cimino, rispettivamente batterista e tastierista dell’Esagono. Noi speriamo che il lavoro sia apprezzato e, soprattutto, compreso.

Intanto, sorseggiate Cannubi, by Esagono.

http://www.vincenzoreda.it/lesagono-al-cafe-neruda-di-torino/

L’Esagono al Café Neruda di Torino

Il Café Neruda è stato riaperto di recente: a metà settembre del 2012 Sergio Belcastro, già animatore del Magazzino di Gilgamesh (1992/2005), ha riaperto questo vecchio circolo Arci e le sere di giovedì, venerdì e sabato offre una bella programmazione di musica varia, ma soprattutto jazz. Occorre essere soci Arci per fruire di queste serate che non prevedono biglietto d’ingresso ma se si cena (prezzi modici per piatti semplici, di tradizione, cucinati in maniera più che corretta e ottimo vino) è meglio.Il locale è nella restaurata via Giacchino (spina 3) e può ospitare un centinaio di persone con 70/80 coperti. Il livello della programmazione è ottimo.

I miei amici dell’EsagonoMarco Cimino (tastiere), Giorgio Diaferia (batteria), Jacopo Albini (sax tenore e soprano) e Marco Anelli (contrabbasso) – si sono esibiti in un magnifico concerto con alcuni inediti che saranno pubblicati entro breve tempo e sarà qualcosa di speciale di cui parlerò in maniera più profonda a tempo debito, anche perché alcuni di questi brani sono parte di un progetto che mi vede impegnato in prima persona.

Café Neruda  - Torino,  Via E. Giacchino, 28/E – Tel. 011253000/3483793726 – nerudatorino@gmail.com

http://www.vincenzoreda.it/esagono-moncalieri-jazz-festival-2012/

 

Esagono, Moncalieri Jazz Festival 2012

Con l’inserimento dei due giovanissimi Jacopo (sax tenore e soprano) e Michele (contrabasso), Marco Cimino e Giorgio Diaferia si ripresentano con lo storico quartetto Esagono (costola di Arti e Mestieri, lontani anni Settanta) al pubblico del Moncalieri Jazz Festival. Meno rock e funk, assai più jazz. E rileggono con grande efficacia brani originali come Maya e cover come Satysfaction.

Ottimo concerto, con alcuni inediti (una straordinaria ballad di Cimino) davvero notevoli.

Il mio amico Giorgio Diaferia, grande batterista jazz

Conosco Giorgio Diaferia da sei anni. E’ un mio grande amico, è il mio medico. Ma è soprattutto un grande batterista jazz: ha sonato con i più grandi, è davvero bravo. E non so se sia più bravo come medico o come batterista…Sta di fatto che è bravo.

http://www.jazzitalia.net/Artisti/giorgiodiaferia.asp

Esagono al Jazz club

Marco Cimino alle tastiere, Marco Gallesi al basso, Diego Mascherpa al sax e Giorgio Diaferia alla batteria: gli Esagono al Jazz Club di Torino mercoledì 26 luglio 2011. Sempre bravissimi con la loro musica che è un mix tra jazz e funky.

http://www.vincenzoreda.it/maia-by-esagono/