Posts Tagged ‘Piero Quadrumolo’
VITE COLTE

Mani. Testa. Cuore.

4 novembre 2011 – Barolo

Vite Colte si presenta alla stampa con la partecipazione dei viticoltori e delle loro famiglie che hanno preso parte al progetto.

Da gennaio 2016 i vini di eccellenza dell’azienda Terre da Vino saranno firmati Vite Colte.

Questa decisione è frutto di un lungo percorso iniziato più di vent’anni fa quando si è deciso di produrre il primo vino con questa filosofia, la Barbera d’Asti Superiore “La Luna e i Falò”.

Da quando, nel 2000, sono state inaugurate le nuove e moderne Cantine a Barolo, si è completato il percorso che ha portato l’azienda a creare un modello che si è esteso e ha portato a produrre tutti i vini d’eccellenza con gli stessi parametri di qualità.

Le uve per Vite Colte nascono dai vigneti delle zone più vocate del Piemonte e dalle mani dei viticoltori più esperti ed attenti, che rappresentano la punta di diamante dei soci di Terre da Vino: al progetto Vite Colte partecipano centottanta viticoltori che coltivano trecento ettari, una parte dei quali in conversione a biologico, gli altri in gestione integrata.

Ogni viticoltore dedica solo una parte della sua proprietà al progetto Vite Colte, circa 1 o 2 ettari, in modo  da poter assicurare ad essa le cure più assidue, in un costante dialogo con l’assistenza tecnica agronomica. E’ un vignaiolo vero, che ci mette tutta l’abilità, la passione e la faccia.

La condivisione e la collaborazione tra le persone sono alla base di questo grande progetto, nessuno può fare da solo, l’unione fa la forza.

Vite Colte è l’arte di coltivare la vite. Una conoscenza che nasce dal dialogo tra mondi e generazioni diverse: da una parte i saperi contadini, l’esperienza, la tradizione, la passione tipicamente piemontese per il lavoro accurato; dall’altra la ricerca e la conoscenza scientifica. Mondi talvolta distanti che hanno richiesto tempo e impegno reciproco per trovare una sintesi.

Maurizio Gily, agronomo e direttore di Mille Vigne, ha moderato la presentazione. Il presidente, Piero Quadrumolo, ha raccontato “Abbiamo un vasto patrimonio di vigneti, che vuol dire poter scegliere il meglio; i viticoltori più bravi e  motivati del gruppo, con le loro famiglie; impianti enologici moderni, la tecnologia che serve a preservare e valorizzare la qualità dell’uva; una squadra tecnica di prim’ordine, coordinata da Daniele Eberle in campagna e Bruno Cordero in cantina; oltre alla grande responsabilità di sostenere l’economia di centinaia di famiglie”.

Daniele Eberle, agronomo e responsabile vigneti, è il coordinatore del progetto in vigna e ha voluto sottolineare: “Dobbiamo imparare insieme il linguaggio per leggere il libro della natura. C’è molta manualità in vigneto e l’impegno è costante tutto l’anno”.

Si vendemmia infatti alla data stabilita, si vinifica in vasca separata, si segue anche in cantina il vino che nasce secondo protocolli rigorosi e con tutte le attenzioni che la ricerca dell’eccellenza richiede, privilegiando il minimo intervento tecnologico.

Per Terre da Vino è un punto di svolta: la strada fatta è molta, quella da fare è appena cominciata.

 

Cristina Torrengo

VITE COLTE – Via Bergesia 6 – 12060 Barolo (CN) – Italy

Tel. 0173 564611 – Fax. 0173 564612

www.vitecolte.it

Terredavino, HoReCa n. 64

Concretezza, efficienza, qualità di processo, pochi fronzoli: quasi come spiegare in quattro concetti cosa significa rappresentare appieno il Piemonte che lavora. Quando scelsi di scrivere dell’azienda Terre Da Vino, in verità la molla che mi spinse fu la curiosità di capire i motivi per i quali un produttore di vino di una certa importanza decide di affidare a un unico brand linee commerciali diverse e quasi antitetiche come GDO e HORECA. Poco conoscevo i vini di questo produttore, certo avevo bevuto una Barbera che mi era parsa discreta, senz’altro ricordare. (continua…)