Abbinamenti del 25 aprile

Gnocchetti con ragout di mare. Eccellenti. Come li si può accompagnare?.

Ho tre vini davvero eccellenti.Un bianco classico: il Tralivio di Sartarelli; un bianco eretico: il Vilèt di Spertino; un Grignolino eccellente, quello di Luigi Spertino.

Sono tre ottime compagnie. Il Tralivio è un classico Verdicchio dei Castelli di Jesi di 13,5° alcol, verde paglierino, minerale, che non ha alcun problema a accompagnare, bene assai, un sacco di buone cose.

Poi c’è il Vilèt: qui siamo all’eresia. 1850 bottiglie  da una vecchia vigna (60/70 anni) di Cortese. Il 2009 è la prima vendemmia di un vino non filtrato, trattato come semplice succo d’uva fermentato. Vino per pochi iniziati. Pazzesco: certo è troppo giovane, ma sembra di vedere palleggiare Maradona a 11 anni. Chissà cosa potrà diventare tra 5/6 anni (avendo cura di cambiare un’etichetta orrenda).

Infine, il giovanissimo Grignolino 2010 (degli altri millesimi non v’è rimasta traccia, tutti già onorevolmente bevuti): è questa la compagnia, per me, ideale per gli gnocchi. Un vino fresco, franco, acido il giusto che con il ragout di pesce ci va alla grande. Il Grignolino di Luigi Spertino, che era il nonno di Mauro e il vino lo barattava soltanto con chi gli dava in cambio il rame (così poteva avere la materia prima per proteggere le vigne…), è tra i migliori che vi possa accadere di bere. E non fidatevi di quegli sciagurati che parlano di Grignolino ampi e strutturati: non sono Grignolino, che vino franco, fresco, rosato naturale,  dev’essere. E lieve.

La chiusura è con l’ottimo, non sensazionale, passito di Sartarelli delle vigne che danno il Balciana. E col Balciana sono inarrivabili, il passito è soltanto buono.

One Response to “Abbinamenti del 25 aprile”

  1. Il Vilet di Luigi Spertino | Vincenzo Reda Says:

    […] https://www.vincenzoreda.it/abbinamenti-del-25-aprile/ […]

Leave a Reply