GoWine, Moscato Wine Festival

«Oggetto: MOSCATO WINE FESTIVAL – 12° edizione    
                           

 Invito al wine tasting. 
                           

 Torino, Hotel Principi di Piemonte – Venerdì 22 giugno 2012
           

L’associazione Go Wine, con la collaborazione del Consorzio di Tutela Asti docg, promuove a Torino la 12° edizione del Moscato Wine Festival (22-23 giugno 2012 Via Lagrange).
           

Nell’ambito del programma della manifestazione, e d’intesa con il Consorzio di Tutela, si è ritenuto di promuovere un wine tasting professionale e alla cieca che offra la possibilità a professionisti del settore e giornalisti di approfondire, stando a Torino, la conoscenza dell’ultima annata 2011 del Moscato d’Asti e dell’Asti Spumante.
           

Il wine tasting si svolgerà venerdì 22 giugno p.v. nelle eleganti sale dell’Hotel Principi di Piemonte di Via Gobetti, 15 con il seguente programma:–  dalle ore 9.30: accredito e inizio degustazione alla cieca presso il Salone delle Feste dell’Hotel Principi di Piemonte (Torino – Via P. Gobetti, 15),–  ore 12.00: incontro/confronto con esponenti del Consorzio di Tutela,–  ore 12.30: piccolo buffet.
           

Confidando che possiate accettare il presente invito, Vi chiediamo un riscontro contattando l’ufficio di Go Wine, telefono 0173 364631, riferimento Silvia Pezzuto.

L’occasione è gradita per porgere i saluti più cordiali.                                               

Il Presidente 

Avv. Massimo Corrado».

Di inviti di questo genere ne ricevo molti, e di solito non riesco a onorarli: non per snobbismo aprioristico, bensì per il fatto che gli impegni sono veramente tanti e occorre selezionare con cura gli eventi cui partecipare. Non foss’altro che per mere questioni logistiche. Ma stavolta, un po’ per la gentile insistenza diretta – non bastano i semplici messaggi e-mail: occorrono le telefonate dirette e le argomentazioni a voce di addetti stampa capaci, competenti e appassionati… – di Nicoletta Dogliani; molto per il fatto che di Moscato d’Asti non sono particolarmente competente, ho deciso di aderire a questo invito. Reduce da un lungo e impegnativo viaggio nel Sud, tra cibi e cantine di grande interesse, stanco e satollo, ho comunque partecipato a questa gustazione impegnativa. 47 (!!) vini da valutare alla cieca in meno di quattro ore non mi era mai successo. In una sala magnifica al secondo piano dell’Hotel Principi di Piemonte, con un servizio affidabile e discreto, ho assolto il mio compito con la dovuta cura professionale.

Senza entrare nel merito: su 47 vini, tutti del 2011, ho rilevato un risultato che rientra perfettamente nella famosa “campana di Gauss”. Chi ha studiato statistica conosce la curva di Gauss: una certa serie di eventi qualsiasi tende a disporsi secondo una curva che distribuisce i risultati secondo il principio di pochi eccellenti e pochi scarsi, con la maggior parte di essi distribuiti nei settori intermedi della curva. Ecco: su 47 vini gustati, ne ho trovati 6/7 di qualità insufficiente; 7/8 di buona qualità e gli altri direi sufficienti.

Il Moscato d’Asti, DOCG istituita già negli anni Novanta, è un vino spumante che non supera i 6% vol. di alcol. Le uve sono raccolte nei primi giorni di settembre e dopo una pressatura soffice sono refrigerati e filtrati. La fermentazione e la presa di schiuma avvengono in autoclave. Generalmente, questi sono vini in cui l’uso della solforosa deve avvenire con estrema cura: le aziende che non ottemperano con grande attenzione a questa tecnica corrono il rischio di produrre vini con evidenti difetti.

Il Moscato, così come il Prosecco, rappresenta l’eccellenza della nostra produzione per quanto riguarda la quantità e l’export: non è un vino entusiasmante, ma per certo risolve al meglio alcune situazioni e abbinamenti. Dunque, questa performance – obiettivamente impegnativa – mi ha reso un poco più competente circa questa tipologia di vino “facile”. E di ciò ringrazio GoWine e, soprattutto, Nicoletta Dogliani.

 

One Response to “GoWine, Moscato Wine Festival”

  1. Moscato e moscato e moscato, by GoWine | Vincenzo Reda Says:

    […] https://www.vincenzoreda.it/gowine-moscato-wine-festival/ […]

Leave a Reply