I racconti della tavola

MontanariMassimo Montanari insegna Storia medievale e Storia dell’alimentazione all’Università di Bologna e per certo si può considerare uno dei massimi esperti mondiali di Storia dell’alimentazione (qui ho parlato del volume Storia dell’alimentazione curato dal Montanari con J. L. Flandrin, Laterza, un volume irrinunciabile per chiunque si occupi di questa particolare disciplina).

Suo questo delizioso volumetto edito da Laterza (217 pp., 18 €): una raccolta agile di episodi storici dedicati al cibo tra il Medioevo e il Rinascimento.Montanari 2

Montanari ci racconta di Carlo Magno e di Dante, ma ricorda anche il celebre cuoco comasco conosciuto come Maestro Martino e il suo estimatore Bartolomeo Sacchi, detto Il Plàtina, umanista famoso anche per il primo libro che tratta di cucina: De honesta voluptate et valetudine in cui sono incluse molte delle ricette che Maestro Martino aveva inserito nel suo Libro de arte coquinaria, siamo nel XV secolo. Poco più tardi sarà Bartolomeo Scappi, cuoco bolognese, cuoco di Papi e Imperatori che scriverà nel 1570 il suo Opera, lavoro composto di sei volumi che contiene tutta la sua scienza cucinaria. Un vero monumento alla cucina rinascimentale italiana che sarà la base di partenza della grande cucina francese.

Questo librino è una bellissima idea per un presente natalizio fuori degli schemi, anche per chi non è particolarmente interessato alla storia dell’alimentazione.

Leave a Reply