Josè Saccani e il suo Rossese

Amico!

Poiché solo ad un amico io mi do,

non mi trattare male

non mi violentare,

ma trattami dolcemente

e riscaldami se puoi

anche solo con il calor della tua mano.

E poi

annusami,

assaggiami,

centellinami:

e poi fatti avviluppare la lingua

dalla mia vellutata,

e poi prendimi,

ma dolcemente,

come vergine al suo primo incontro d’amore.

Ma attento!

Poiché traditor io sono,

ed all’improvviso ti bastono.

Josè Saccani

One Response to “Josè Saccani e il suo Rossese”

  1. Josè Saccani Says:

    Egr.Sig Reda Vincenzo
    Solo oggi ho avuto la gradita sorpresa di leggere il Suo articolo su Dolceacqua ed il ” Rossese ” .
    La ringarazio,a nome di tutti,cittadini e produttori in primis,delle belle parole e dei gratificanti e,giustamente severi ed imparziali giudizi,sul nostro amato vino,e sul nostro piccolo Borgo,Dolceacqua.
    La ringrazio anche ,per aver avuto la gentilezza di pubblicare,la dedica al ” Rossese “,della mia etichetta.
    Fiducioso,di poterLa incontrare ancora e di assaporare assieme l’ultima annata,presso i deliziosi amici della Vineria Re,Chicca e Matteo,Le porgo cordiali saluti,ed auguri per la prossima Santa Pasqua.
    Josè.

Leave a Reply