MUSLI di Torino

Enrico Tallone ha definito il prof. Pompeo Vagliani un eroe: e ha detto bene.

Grazie alla sua passione, alla sua competenza, alla sua capacità di perseverare in un’attività di grande valore culturale e sociale con pochi mezzi, Pompeo Vagliani è stato capace di creare il MUSLI, Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia.

Con pochi aiuti, ospitato nella prestigiosa sede di Palazzo Barolo, in via delle Orfane, 7, nel centro barocco di Torino (all’interno del Quadrilatero romano), egli ha creato un gioiello che merita di essere visitato e apprezzato assai più di quanto tuttora è fruito, e bisogna dire soprattutto da visitatori che provengono da fuori città.

Il MUSLI offre al pubblico un fondo di libri, giocattoli, materiale didattico e disegni originali di valore assoluto: sono oltre 12.000 pezzi che testimoniano la storia della didattica, nelle sue più variegate forme e competenze e in molte lingue europee.

Oltretutto, ospita una piccola ma assai interessante raccolta di materiale tipografico dell’ottocentesca Tipografia Botta.

Un vero gioiello che, come troppo spesso capita, è poco apprezzato (anche perché poco conosciuto e poco comunicato dai media torinesi che vanno invece appresso a faccende di nessun interesse ma forse soltanto più pruriginose….) dai cittadini torinesi. Museo poi “vivo”: capace di proporre sempre nuove mostre e di ospitare eventi di caratura europea, come non capita spesso, e con prospettive di ampio respiro sociale e culturale.

Questo mio piccolo intervento vuol essere soltanto un modesto contributo alla straordinaria statura etica e culturale di Pompeo Vagliani e al valore del suo (proprio e per davvero SUO) museo. E un invito caloroso a visitarlo: certo con i bambini, ma anche, da adulti, per ritrovare oggetti, libri, giocattoli della nostra infanzia.

www.fondazionetancredidibarolo.com

http://www.piemontemese.it/leggi_ultimonumero.asp?articolo=1650&numero=2012_10

Leave a Reply