Posts Tagged ‘Angelo Gaja e la nascita di un grande vino’
Sorì San Lorenzo di Edward Steinberg

San Lorenzo-1Questo è senza dubbio uno dei migliori libri mai scritti sul vino e lo ha scritto un americano che vive a Roma.

E’ il racconto di come nasce un grande cru di Barbaresco, un racconto fedele, appassionato, rigoroso. Un racconto denso di molte indicazioni che toccano tutte le varie discipline che hanno a che fare con la tecnica di “fare” il vino: geologia, climatologia, botanica, biologia, agronomia, chimica, fisica e, ultima ma non meno importante, psicologia. Il tutto condito con dovizia di amore, passione, tenacia.

Ma, come quasi sempre avviene perché la perfezione non è degli uomini, c’è un piccolo appunto da muovere. Un appunto linguistico che costituisce un errore di grammatica assai diffuso: il termine tecnico che indica il vigneto piantumato seguendo parallelamente il pendìo della collina che lo ospita in corretto italiano è rittochino, non ritocchino, come molti dicono e come è erroneamente tradotto nel libro. Per la precisione. Prego controllare su qualsiasi serio dizionario.

La copertina qui riprodotta è quella della prima edizione italiana di Slow Food del 1996. Angelo Gaja non manca mai di parlare di questo lavoro nei suoi interventi pubblici e ne snocciola le cifre del suo successo: 8 traduzioni, 80.000 copie vendute nei soli Stati Uniti, 500.000 copie totali vendute nel mondo. Uno di quei libri, sono circa 300 pagine, che non può mancare nella biblioteca di un appassionato di vino.