Posts Tagged ‘calvello’
La Regione Basilicata alla Bit di Milano

Invitato dall’amico Vincenzo Petraglia, ho assistito ieri alla Bit di Milano a una presentazione fuori dai soliti schemi: Regione Basilicata, luogo di magnifiche suggestioni, ancorché meno conosciuto e apprezzato di quanto meriti. Al tavolo delle autorità, per una volta in maniera informale, c’erano l’attore e regista Rocco Papaleo, Antonio Girardi e Patrizio Roversi. A presentare non tanto il film “Basilicata coast to coast“, quanto il loro (i primi due) appartenere a questa Terra magnifica. Terra amministrata da politici capaci e comunicata da manager (vedi l’ottimo Dr. Perri) che operano fuori degli schemi.

Nel giugno del 2010 ho avuto la fortuna di fare un viaggio in Basilicata con il mio amico Giovanni Leopardi, allora chef del Radisson di New Delhi. La storia, che dovrò scrivere prima o poi, è fantastica: a Calvello, un paesino vicino a Potenza, un amico reduce da avventure imprenditoriali in San Francisco, doveva riconsegnare una preziosa collana impegnata molti anni prima per mancanza di soldi…Giovanni s’è ripreso il monile materno e abbiamo vissuto un’avventura straordinaria, in parte testimoniata da un breve scritto, di cui fornisco il link, su questo sito. Visitate la Basilicata, se non la conoscete scoprirete posti di fascino indescrivibile (il grande Pier Paolo, che ebbi la fortuna di conoscere, c’era arrivato 50 anni fa…).

https://www.vincenzoreda.it/rotolando-verso-sud-alla-riscoperta-dei-nostri-sapori-con-gianni-leopardi/

Rotolando verso Sud: alla riscoperta dei nostri sapori con Gianni Leopardi

Ristorante Li Jalatuùmene: mitico incontro trai due miei chef preferiti, Giovanni e Gegè

Questo viaggio con Gianni incontro ai colori ai profumi ai sapori alle emozioni del nostro Sud era stato programmato da un pezzo: erano quasi trent’anni che Gianni non viaggiava nelle terre generose del meridione d’Italia.

La scusa era quella di ricuperare un oggetto prezioso affidato 25 anni prima, in San Francisco, a Antonio Ruggeri, un lucano emigrato in California e divenuto buon imprenditore nel campo della ristorazione: la tremenda crisi che sta devastando gli Stati Uniti (e la California sta peggio degli altri stati) ha fatto decidere Antonio di chiudere il suo ristorante Il Rustico, in Sausalito, per tornare ai tranquilli ritmi di Calvello, un paesino delizioso situato a quasi 800 mt. di quota, a sud di Potenza, circondato da boschi e montagne.

Ci siamo fermati prima sul Gargano e Gianni ha potuto assaggiare le delizie del mare di Mattinatella ai tavoli che sono lambiti dalle onde del ristorante Da Tonino dove Colomba cucina come sua madre soltanto “roba” fresca che Tonino pesca ogni giorno; abbiamo avuto la fortuna di mangiare la sera un polipo che era incappato nella mia fiocina al mattino. Poi siamo saliti a Monte S. Angelo dal mio amico Gegè Mangano: il trionfo del territorio per una cucina di tradizione pastorizia.

In Basilicata ci siamo fermati a Rionero in Vulture, ristorante La Pergola (che consiglio vivamente) e siamo andati a oltre 1000 mt. di quota, sopra Calvello, per mangiare deliziosi porcini appena raccolti.

Durante il viaggio di ritorno, non ho potuto impedire a Gianni di provare la grande cucina marchigiana del pesce e delle olive ascolane: la mia amica Stefania ci ha tenuto compagnia al ristorante La Moretta, nel centro storico medievale di Ancona.