Posts Tagged ‘Damilano vini’
Nicola Di Tarsia a Venezia per Torino Film Festival

Sabato scorso, 31 agosto 2013, nell’ambito del Festival del Cinema di Venezia, il mio amico Nicola di Tarsia, chef del Berbel di Torino, ha curato un buffet offerto da Torino Film Festival all’Hotel Excelsior, Lido di Venezia.

250 gli invitati che hanno assai gradito le proposte di Nicola che ha offerto un tipico menu di territorio, come si conviene. I vini erano Damilano, Pio Cesare, Ceretto e Contratto: etichette scelte tra il meglio che offre il Piemonte.

L’evento è stato voluto da Paolo Damilano, da poco nominato presidente dell’Ente torinese. Con lui presenti l’assessore alla cultura della Regione Piemonte Michele Coppola e l’amica Antonella Frontani, anch’ella chiamata da poco a ricoprire la carica di vicepresidente della Commissione Torino Film Festival.

Auguro a tutti i migliori auspici per futuri e meritati successi. Torino e noi tutti ne abbiamo grande necessità. E voglia….

I Barolo di Damilano

Assaggiare un pargoletto che viene pian piano, con dolcezza, accudito dentro legno di farnia di una botte da quasi 50 hl al fresco e al buio di una cantina in Barolo è un gran privilegio. Si è consapevoli che  lingua e  palato sono assaliti da urli e strepiti di un piccolino che sta crescendo e non è ancora capace di parlare con dolcezza persuadente ai sensi delicati.

Ma si capisce subito che il giovinetto ha talento, che imparerà, nel tempo che gli verrà concesso, a imbastire discorsi importanti e indimenticabili. Occorre pazienza. Tempo e pazienza perché questo Barolo Cannubi 2008, grande annata, arrivi nel 2014 alla maggiore età. E allora si potrà dire:«L’ho conosciuto da bambino e di già mostrava la classe ventura!». Guido Damilano, titolare, e Claudia Rosso, responsabile della comunicazione (e del marketing, che cura con grandi capacità) mi hanno accompagnato nella visita dell’Azienda, posta all’ingresso di Barolo e circondata dalle terre del cru Cannubi, forse il più elegante tra gli eleganti cru dei Barolo di queste terre. E bisogna apprezzare il fatto di bere vino che viene spremuto da uve maturate in vigne distanti poche decine di metri. Altro che chilometri zero…Prossimamente ne parlerò in maniera più approfondita.

http://www.cantinedamilano.it/it-ita/index.php