Posts Tagged ‘Fred Buscaglione’
Moussaka al Cecchi Point

Nell’ambito delle iniziative che vanno sotto il nome di “Sotto il cielo di Fred“, organizzate ormai da qualche anno e dedicate a Fred Buscaglione, l’associazione Conservatoria delle Cucine Mediterranee del Piemonte ha proposto un incontro, al Cecchi Point di via Cecchi, 17, con cena multietnica – antipasto piemontese classico, orecchiette con cime di rape, moussaka e dolcini secchi arabi – durante la quale Francesco Vietti e io – presentati da Marcella Filippa – abbiamo raccontato alcune faccende relative al cibo e alla storia del mercato di Porta Palazzo e del suo stratigrafico rappresentare e sintetizzare tutte le successive immigrazioni che hanno toccato la nostra Città negli ultimi sessanta anni. In particolare, è stato delizioso il racconto di Francesco relativo a un certo ingrediente misterioso che serve a cucinare in maniera perfetta e alla tradizione araba – non alla greca, anche se oggi questo piatto viene associato alla cucina greca, ma di origini dell’area curda dell’Iraq – la moussaka. Una serata assai gradevole e partecipata con calore dal numerosissimo (sala piena) pubblico.

E’ un fatto spiacevole che le grandi valenze culturali di questo mercato, il più vasto d’Europa e per molti versi unico al mondo, non siano sfruttate in maniera più proficua per questioni turistiche, come succede per altri mercati famosi in Europa e nel mondo. Nella nostra splendida e provinciale Torino questi aspetti culturali di valenza estrema sono considerati quasi dei disvalori, quasi cultura di “serie B”. Invece sono i valori autentici di ogni popolo e testimonianza unica e diretta, senza mediazioni, delle nostre caratteristiche e della nostra storia.

http://www.conservatoria.eu/

Fred Chiosso

Ho ricevuto questa lettera che pubblico volentieri sul mio sito. Si riferisce alla mia recensione riguardo al libro dedicato a Leo Chiosso e Fred Buscaglione (Che mi si dica poi che la mia “torinesità è sconfinata” mi piace tanto tanto)

Signor Reda buon giorno,

mi chiamo Fred in memoria di Buscaglione che avrebbe dovuto essere mio padrino.
Lui morì il 3 febbraio 1960 ed io nacqui il 24 dello stesso mese e stesso anno.
Come padrino lo sostituì Gino Latilla e mia madrina rimase, come da programmi, Fatima Robins (moglie di Fred).
Ne consegue che ho 51 anni, vivo in provincia di Torino, e nella vita faccio il fotografo pubblicitario.

Vede: gli autori, che sovente sono i veri artefici delle fortune dei cantanti, quasi sempre vengono dimenticati, anche dagli stessi cantanti !!!

Le riporto un episodio a dir poco emblematico.

Il signor Jonny  Dorelli, lanciato da mio padre con due grandissimi successi come Montecarlo e Love in Portofino, si presentò come ospite di Pippo Baudo a Domenica In la settimana dopo la morte di mio padre, cantò le due canzoni e né Baudo né tanto meno lui sprecarono mezza parola per ricordare la figura di un autore che ha scritto pagine importanti della storia della musica leggera italiana, e a cui lo stesso Dorelli deve il folgorante successo che ha dato inizio alla sua grandissima carriera.

Per questo motivo, come se fosse una mia crociata personale, rendo onore a lei ed a tutti coloro che ogni tanto decidono di dare a Cesare quel che è di Cesare.

Grazie, è una recensione bellissima, 
a mio padre sarebbe piaciuta moltissimo. 
La Sua torinesità è sconfinata…
complimenti ancora.

Un grazie sincero.

Fred Chiosso