Posts Tagged ‘Il dio delle piccole cose’
Arundhati Roy, Quando arrivano le cavallette ( Listening to Grasshoppers. Field Notes on Democracy )

Arundhati Roy è una scrittrice e giornalista indiana. Nata nel Kerala da madre cristiana e padre indù il 24 novembre 1961. Si trasferì da immigrata poverissima a Delhi a 16 anni e riuscì a laurearsi alla Delhi School of Architecture, vive a New Delhi e ha studiato Restauro dei monumenti a Firenze.

Nel 1997 si è rivelata al mondo con il romanzo (unico, fino a ora) Il dio delle piccole cose – The God of Small Things – che ha ottenuto un successo mondiale.

Arundhati Roy è oggi una voce di libertà e di coscienza che urla, nella sua India e al mondo intero, le ragioni dei diritti degli emarginati, dei Dalit, degli ultimi. Una voce di buon senso e dunque scomoda per tutti quelli che obbediscono a impulsi altri che il buon senso, il rispetto, la comprensione, la condivisione.

Questo testo, che raccoglie diversi saggi pubblicati negli ultimi anni da Arundhati Roy, è stato stampato nel 2009 e immediatamente tradotto in Italia per i tipi di Guanda.

Se qualcuno vuol capire qualcosa in più di quelle che sono le dinamiche complesse della “più grande democrazia del mondo”, questo volume è imprescindibile: dalla questione irrisolta del Kashmir, all’assalto del Parlamento, all’attentanto al Taj Mahal di Mumbai.

Libro complesso, come complessa è la realtà indiana; libro duro, come duro dev’essere l’atteggiamento di chi non ammette compromessi rispetto all’etica e al buonsenso che dovrebbero costituire le linee guida di qualunque comportamento umano: si badi bene, umano non virtuoso….