Posts Tagged ‘Jazz e Barolo’
Jazz Club Torino, Esagono con Wine Notes

Jazz Club strapieno per l’esibizione degli Esagono che presentano l’ultimo lavoro, dedicato ai cru di Barolo: Wine Notes. Marco Cimino (compositore e tastiere), Giorgio Diaferia (batteria), Michele Anelli (contrabbasso), Jacopo Albini (sax) e Enrico Degana (chitarra): questa la formazione.

La novità è rappresentata dal fatto che ho dipinto durante il concerto un quadro con il Barolo 2008 di Bava, cru Scarrone (Castiglione Falletto), vino di straordinaria eleganza cui è dedicato un brano del disco.

Il quadro se lo sono aggiudicato Paola e Andrea, in particolare per la loro sensibilità e simpatia che mi hanno allietato la serata, comunque di grande soddisfazione.

Sperss by Esagono a Avigliana Jazz Festival, 24 agosto 2013

http://www.youtube.com/watch?v=QmXnChTQz-0&feature=em-share_video_user

Questo filmato dura circa 10′. L’ho girato, macchina in mano, con la mia portentosa Leica in unico piano-sequenza.

Certo, aver studiato regia (e essersi massacrati con film assurdi e libri sul cinema per un paio di decenni quasi a cottimo….) e aver lavorato come fotografo professionista aiuta……

Purtroppo, non ho più la pazienza di lavorare in montaggio e questo è sbagliato. Ma così è, prendere o lasciare.

IMG_4575

 

Esagono a Avigliana Jazz Festival 24 agosto 2013

Grande successo ieri sera al Green Beach di Avigliana per l’Esagono che inaugurava l’Avigliana Jazz Festival. Locale strapieno di un pubblico attento e competente che ha chiamato il gruppo a ripetuti bis. Ieri sera, oltre alla classica formazione dell’Esagono – Michele Cimino alle tastiere, Giorgio Diaferia alla batteria, Jacopo Albini al sax e Michele Anelli al contrabbasso – si è aggiunto Enrico Degani alla chitarra, rendendo i suoni più pieni e più vari.

Esagono ha eseguito diversi brani compresi nell’ultimo lavoro, Wine Notes, dedicato al Barolo; al solito, i brani più apprezzati sono stati Cannubi e Sperss (grandi cru di questo vino).

Esagono Stampa i

I miei lavori con i Barolo per il Jazz

Le immagini qui sopra documentano la preparazione dei due miei lavori che illustreranno il Cd a cui stiamo lavorando con al formazione jazz dell’Esagono di Torino: un intero lavoro ispirato e dedicato al Barolo e ai suoi cru.

Ho scelto due Barolo tra i migliori, prodotti da amici. Barolo che conosco e che amo: Gianni Gagliardo Barolo 2009 (bevuto en primeur: strepitoso) assemblato con uve provenienti da vari, piccoli appezzamenti situati in Barolo, La Morra e Monforte; Barolo Sarmassa 2008, Marchesi di Barolo, tre bicchieri Gambero Rosso, what else?

Ci vorranno diversi giorni per avere i risultati definitivi, ma i segni (su cui, come sempre, ho lavorato con l’immaginazione per mesi) su cui ho disposto le mie macchie, la mia ossessione per la macchia (con attenzione importante alle geometria frattale),  mi soddisfano appieno: stanno evolvendo come io desidero. Adesso, con tanta pazienza, aspetto che sciughino: aggiungo, tolgo, rifinisco. Saranno pronti tra una decina di giorni, almeno.

La carta è una delle mie solite predilette: Arches da 300 gr. formato di circa 56×77 cm.