Posts Tagged ‘Lella Costa’
Terrazza Borgogno, Collisioni 2013

Ho bevuto i Barolo di Borgogno (millesimi 1982 e l’eccezionale 1978) ma anche il Baccano (uvaggio di Sangiovese al 75% e il resto di Sirah e Merlot) e il Chiostro di Venere (Sangiovese 40% e Cabernet 60%): due dei vini che Gianna Nannini produce nei 7 ettari della sua tenuta nei pressi di Siena (vini più che buoni).

Ho mangiato gli eccellenti salami stagionati e gli spaghetti alla colatura di alici di Cetara che Oscar Farinetti ha offerto ai suoi ospiti sulla panoramica terrazza, situata nel centro di Barolo e creata nel recente restauro dello storico edificio.

Di lassù abbiamo assistito al concerto di Gianna Nannini, prima di averla ospite dopo la sua performance, come sempre trascinante e intensa. Ho conosciuto una persona di semplicità disarmante, di naturale simpatia e disponibilità: ma d’altronde, perché stupirsi? Produce un ottimo vino e il vino sa berlo e apprezzarlo.

Con Gianna Nannini erano ospiti di Oscar, tra gli altri, anche Lella Costa, Oliviero Toscani, Paolo Crepet e Federico Quaranta (Decanter). Ma non posso non citare Walter Massa (il signor Timorasso) e Gianluca Bisol (Prosecco in Valdobbiadene): due grandissimi produttori, e persone magnifiche oltremodo.

Serata per davvero da ricordare che ho registrato con immagini scattate con l’anima del reporter, a luce naturale: tutt’altro che impeccabili ma, credo, dense di calore, di umanità.

La magia di Collisioni.

Collisioni 2013, continua il rito magico

Anche quest’anno Collisioni è stato un momento magico: 70.000 persone di varia umanità, età, sesso, estrazione sociale, nazionalità hanno dato vita a una delle manifestazioni di maggior contenuto culturale, artistico e sociale cui si possa partecipare in Italia. E sono vere COLLISIONI: a volte morbide, altre volte più toste; ma ci si incontra, ci si scontra, si collide, si collude….Nelle mie immagini qui sopra un piccolo “masala” (mistura piccante indiana, meglio conosciuta come “curry“): ecco come definisco l’essenza di questa magia: il mio irrinunciabile masala.

L’arte dell’incontro: Collisioni 2012

Vinicius de Moraes diceva che la vita è l’arte dell’incontro: a Barolo, tra il 13 e il 16 luglio, in occasione di Collisioni 2012, di incontri straordinari ne ho fatti tanti. Vip e non, molti di questi indimenticabili. A cominciare da Mauro e Maria Rosa, i miei tutor. E poi Anna e Ernesto Abbona: la loro gentilezza, disponibilità e cultura mi rimarranno nel cuore. Ancora: Philippe Daverio alla terrazza Damilano con Paolo, Claudio e Claudia Rosso. Carlo Verdone con la sua semplice umanità, Paolo Crepet, la sua compagna e il loro olio. Lica Cecato, cantante brasiliana (mi ha donato il suo ultimo Cd: niente male). Richard Mason, Don De Lillo, Riondino e Vauro, Michele Dalai con cui ho pranzato; Boosta con cui ho ricordato il mitico Peppo. Federico Ceretto, la splendida Lella Costa, la scontrosa Luciana Littizzetto. E come non citare Andrea Scanzi, Emilio Targia, Tino Cornaglia e Lorenzo Tablino; come i meravigliosi Oreste e Enzo Brezza. E ricordo, infine, Anna Karimova, Maddalena Cazzaniga e una bellissima di cui neanche so il nome…..