Posts Tagged ‘Macro Edizioni’
Evoluzione Spontanea, Bruce Lipton e Steve Bhaerman

Di Bruce Lipton ho già letto, e ne ho scritto qui (vedi link a fondo), il libro La Biologia delle Credenze. Ho finito da poco di leggere quest’altro volume corposo (500 pp. per 20,50 € – Edizioni Macro) e impegnativo. Un’altra lettura sensazionale, un ulteriore passo in avanti verso la conoscenza di prospettive e angolature che illuminano lo svolgersi del quotidiano, ma che toccano problemi epistemologici, storici, sociali e addirittura ermeneutici: coniugare scienza e fede, mescolare sogni e calcoli matematici, esplorare la poesia della cellula e scoprire l’universo meraviglioso di geometriale frattale in cui siamo immersi  è assai eccitante per me.

Dovrei riportare una quantità enorme di citazioni, ma evito di farlo. Posso soltanto dire che l’orizzonte aperto da questo biologo illuminato, Bruce Lipton, mi ha permesso di valutare in maniera affatto differente, e sorprendente, alcune faccende che apparentemente nulla c’entrano con la scienza e la biologia: la preghiera e il perdono. Intuizioni che avevo, ma che la lettura di questo libro mi ha permesso di mettere a fuoco nella maniera dovuta.

E’ un libro che non può essere alla portata di tutti; è una lettura impegnativa, faticosa. Ma quanto ne vale pena!

Per finire: l’essenza del libro racchiusa in questo concetto: «E’ così! – E’ così?»……..

https://www.vincenzoreda.it/bruce-h-lipton-la-biologia-delle-credenze/

 

La Matrix Divina di Gregg Braden

Da ormai molti anni ho realizzato che pensare le Cose in termini di dualismi antitetici come: razionale/irrazionale, scienza/magia, poesia/matematica, realtà/sogno, et caetera sia una semplificazione che affonda le radici in un modello venutosi a creare nel Medioevo della civiltà occidentale. Un modello assai semplice e rassicurante cui tutto il successivo sviluppo del pensiero occidentale, soprattutto per quanto riguarda l’epistemologia – ma addirittura per temi che toccano le speculazioni dell’ermeneutica – ha continuato a fare riferimento. Da quando mi sono confrontato con testi che poco o punto hanno a che vedere con il pensiero occidentale – testi filosofici e religiosi indiani, arabi, cinesi, precolombiani – ho cominciato a sviluppare altri modi di vedere le Cose, soprattutto altri punti di vista prospettici. Oltretutto, realizzando che nella saggezza occidentale vi sono, nascosti e mascherati, altrettanti modi alieni all’ortodossia che vanno verso direzioni lontane dal nostro presuntuoso patrimonio culturale che, si badi bene, non è semplicemente ebraico-cristiano, come molti pensano: il Medioevo, fonte enorme di tutto quanto è occidentale, vide accogliere il pensiero greco filtrato dalla cultura araba.

Che Tutto e Tutti siamo in qualche modo collegati mi era già chiaro; che la Vita riguarda anche quelli che chiamiamo oggetti inanimati (sassi, macchine o minerali), altrettanto; che la Realtà è la semplice proiezione della nostra immaginazione e che tutto ciò – ma anche infinitamente di più – che riusciamo a immaginare è parte della Realtà, mi è da tempo familiare.

Certo, avere delle conferme da una lettura come questo straordinario testo di Gregg Braden è consolante e stimolante allo stesso tempo. Gregg Braden non è un mago o un ciarlatano o un guru: egli ha un passato importante di tecnocrate e ricercatore di elevato profilo! Il suo messaggio, le sue ricerche, le sue proposte vanno nella direzione di quanto ho detto sopra. La Matrix Divina è una teoria, suffragata da recenti esperimenti scientifici nel campo della fisica quantistica, che può risolvere molti degli enigmi – miracoli, fatti inspiegabili, coincidenze… – che accadono nel nostro quotidiano.

Non entro nel merito: consiglio con calore la lettura di questo libro che non è semplice né rassicurante; ne consiglio la lettura a persone dalla mente aperta, speculativa, critica, dubbiosa. Persone per le quali ogni ulteriore sapere genera un senso di inadeguata ignoranza….

La Matrix Divina, Gregg Braden – 2007 (VII ristampa 2010) Macro Edizioni, Cesena – 18,00 €, 300 pp.