Posts Tagged ‘palazzo Barberini’
Barolo: Best Best Best

Paolo Monelli racconta:

“Alcuni anni fa a Roma, in una sala del palazzo Barberini, un ente del turismo volle far gustare ai diplomatici stranieri residenti a Roma i migliori vini italiani. L’ambasciatrice d’Inghilterra prese molto sul serio il suo compito; assaggiava di ogni vino indicato sulla lista, non ne tralasciava alcuno, si accorse che ne avevano saltato uno alla sua tavola, reclamò; e accanto al nome di quelli che le piacevano scriveva la paroletta best (ottimo).

Dopo aver gustato un barolo gran riserva disse ai suoi vicini che questo vino superava tutti quelli che le avevano servito fino allora: e scrisse sulla lista accanto al nome best best best.

Narrai il fatto in una mia corrispondenza; seppi poi che i produttori di quel barolo sui cartellini delle bottiglie che spedivano oltre frontiera avevano fatto aggiungere il motto felicemente creato dall’ambasciatrice britannica, assai più conveniente all’eccellenza del barolo del troppo noto est est est che celebre molto al di là dei suoi meriti il moscato di Montefiascone.”

Curiosità: Paolo Monelli scrive i nomi dei vini sempre con l’iniziale minuscola…ma quelli erano altri tempi: oggi il Barolo richiede la maiuscola. Ma pure vini meno nobili e celebri meritano questa medesima attenzione, anche per una faccenda prettamente linguistica.