Posts Tagged ‘Pierluigi Bersani’
Primarie PD

Dopo il primo voto di domenica 25 novembre 2012, sono andato a votare oggi, 2 dicembre 2012, per il ballottaggio tra Bersani e Renzi.

Come già espresso, il mio voto è andato entrambe le volte a Matteo Renzi.

Alcune considerazioni. Io non sono mai stato comunista e non ho aderito ai vari sottoprodotti che il PCI ha generato dopo il cataclisma del 1989: dal punto di vista politico nostrano, ho sempre votato più o meno a sinistra, area socialista e/o ecologista. Posso considerarmi un liberal, progressista con in mente bene impressa l’utopia anarchica, quella più nobile.

Ho voluto partecipare al voto in queste primarie del PD perché lo ritengo un momento storico: da storico, penso che queste votazioni assurgeranno, nel prossimo futuro, a simbolo della fine del nefasto periodo berlusconiano (logico seguito degli sciagurati anni Ottanta reganiani) e del riappropriarsi da parte dei cittadini dei meccanismi della politica, quella vera, quella nobile; quella a cui un popolo non può rinunciare, ancorché delegata alle mani capaci di politici che sappiano fare bene il loro mestiere e che sentano il diritto/dovere di rappresentare in maniera degna i cittadini che  hanno loro dato fiducia.

Perché Matteo Renzi?

Non perché è giovane, non perché è (più o meno) simpatico, non perché è (più o meno) un bravo comunicatore; non perché lo considero particolarmente capace. Dunque, perché?

Perché è la pietra di cui la soporifera gora di un partito divenuto piatto e mortifero come uno stagno ha vitale necessità. E spero che la pietra Renzi provochi qualche onda di agitazione in queste acque stagnanti e che magari tutto ciò possa servire (come già appare abbastanza chiaro) anche alle altre putrescenti aggregazioni politiche. E che tutto ciò possa poi servire a noi cittadini.

Che vinca Matteo Renzi (fatto di cui dubito) o Pierluigi Bersani.