Posts Tagged ‘ricetta di vincenzo reda’
La mia ricetta: minestra di polipo e fagioli

polpoOccorre un polipo di scoglio di 6/700 gr. pescato fresco da voi o da vostri amici. E’ fondamentale pescare anche due o tre pesci di scoglio tipo sciarrani o tordi che servono a insaporire il brodo del polipo. Mettere le bestiole dentro una pentola, avendo cura di preparare il polipo in maniera adeguata – non entro in questo merito, perché ogni pescatore o cuoco pretende di conoscere l’unico metodo giusto per sfibrare questo gentile e sfortunato animale – e di sfilettare i pesci, usando per il brodo la carcassa completa di testa. Alcuni sostengono che l’acqua debba essere di mare, io uso acqua dolce. Nella pentola si aggiungono: carota, cipolla, aglio, alloro, gambi di prezzemolo, semi di finocchio, pepe, peperoncino, sale e vino bianco. Il polipo è pronto quando i rebbi della forchetta affondano nella carne come il burro – anche per i tempi di cottura ci sono mille scuole di pensiero differenti . Filtrare il brodo di cottura e metterne da parte una buona metà. Tagliare il polipo in pezzi molto piccoli. Soffriggere aglio, cipolla e peperoncino con olio extravergine. CupaPortare a ebollizione l’acqua di cottura del polipo, aggiungere il soffritto, i fagioli (è meglio bianchi, ma anche i borlotti non vanno male) con la loro acqua di cottura e infine il polipo in pezzi. Aggiungere per ultima la pasta, che deve essere tipo ditalini, sedanini o simile. Si serve con prezzemolo e un filo d’olio a crudo. Consiglio un bianco di Alessano pugliese, come questo.

Provate e poi fatemi sapere. Buon appetito.

Vincenzo Reda con l’insostituibile supporto di mia moglie Margherita.