Posts Tagged ‘Scrauso e non solo….’
Tipo scrauso e non solo….

La lingua evolve, di giorno in giorno. E in tempi di internet e di scenari mondiali la lingua muta in maniera più che tumultuosa.

Ma compito nostro – che abbiamo una formazione linguistica importante, e prima che alla formazione obbediamo, soprattutto, a una sensibilità linguistica che è fuor di media – dev’essere con necessità portare all’attenzione di chi ci segue il pericolo di sciatteria che l’utilizzo, per sentito dire, di parole con poco o punto senso, comporta. Di seguito, alcuni termini da evitare come la peste.

. Tipo: sempre usato al posto di «per esempio», ma diventato intercalare insopportabile.

. Scrauso: aggettivo, di probabile origine romanesca che significa «taroccato, scarso, falso».

. E non solo: ormai «soltanto» e «solamente», avverbi, sono sostituiti dall’aggettivo «solo».

. Compound: in inglese significa «composto». Nella lingua corrente sostituisce il termine «edificio» con significato di «edificio militare».

E ancora: «quant’altro», «sclerare», «accellerare (rigorosamente con 2 elle)», «a 360 gradi», «piuttosto», «DNA», «assolutamente sì assolutamente no» et caetera, et caetera…

Qualche decennio fa andava di moda un bel neologismo che allora era considerato sciatto e oggi è compreso nei migliori vocabolari: «togo». Significava: «fico» nel linguaggio dei giovani degli anni Sessanta, potrebbe essere non sciatto riadottarlo oggi. O no?