Posts Tagged ‘Sonoma Valley’
Piemontesi nel Farwest di Maurizio Rosso

Chissà quanti sanno che c’è un comune che si chiama Asti (95425, California) nella Contea di Sonoma, a circa un centinaio di chilometri a nord di San Francisco e che, lungo la 101 Road, si trovano Asti Winery, Asti road, ecc. Ebbene, furono il ligure (Chiavari) di nome Andrea Sbarboro e il piemontese (Dogliani)  Pietro Carlo Rossi a fondarla nel 1881, insieme alla Colonia Italo-Svizzera, grande azienda produttrice di vino californiano. Maurizio Rosso, titolare con il fratello enologo Claudio, dell’azienda Gigi Rosso (grande Barolo Arione) pubblicò questo libro con Gribaudo nel 1990. E’ un bel cartonato con sovracopertina plastificata di 317 pp., senza prezzo esposto. Libro unico che tratta dell’emigrazione piemontese in America e, soprattutto, in California, dove questi emigranti svolsero un ruolo fondamentale nello sviluppo della produzione vitivinicola (vedi la straordinaria storia dei fratelli Ernest e Julio Gallo, figli di un emigrante originario di Fossano).

Il libro, ormai introvabile, è un lavoro accurato e assai documentato che Maurizio Rosso scrisse durante il suo soggiorno californiano: appassionato fin da giovane del mito americano, si è laureato in Lingua e Letteratura Inglese e in California il suo cuore di Langa s’è ritrovato preda di una fanciulla locale (il risultato è un bel figliolo). Fu richiamato in patria dalle esigenze dell’azienda che il padre Gigi aveva fondato negli anni Cinquanta e oggi si occupa della parte commerciale (parla correntemente almeno tre o quattro lingue). Ma ha continuato a scrivere.

Suoi altri libri: Barolo: Personaggi e mito (Omega, Torino 2000), L’amante di Socrate (Araba Fenice, 2006), romanzo ambientato nell’Antica Grecia. Inoltre, la prima edizione de Il castello dei Cataripubblicato nel 1996, vinse il Premio del Presidente del “Cesare Pavese” nel 1997 a Santo Stefano Belbo.

A mio parere questo lavoro meriterebbe di essere aggiornato e ripubblicato per il fatto che riporta notizie e storie davvero straordinarie, assai importanti e, purtroppo, assai poco note.

http://www.gigirosso.com/getcontent.aspx?nID=52&l=it