Posts Tagged ‘Sotto il cielo di Fred’
Moussaka al Cecchi Point

Nell’ambito delle iniziative che vanno sotto il nome di “Sotto il cielo di Fred“, organizzate ormai da qualche anno e dedicate a Fred Buscaglione, l’associazione Conservatoria delle Cucine Mediterranee del Piemonte ha proposto un incontro, al Cecchi Point di via Cecchi, 17, con cena multietnica – antipasto piemontese classico, orecchiette con cime di rape, moussaka e dolcini secchi arabi – durante la quale Francesco Vietti e io – presentati da Marcella Filippa – abbiamo raccontato alcune faccende relative al cibo e alla storia del mercato di Porta Palazzo e del suo stratigrafico rappresentare e sintetizzare tutte le successive immigrazioni che hanno toccato la nostra Città negli ultimi sessanta anni. In particolare, è stato delizioso il racconto di Francesco relativo a un certo ingrediente misterioso che serve a cucinare in maniera perfetta e alla tradizione araba – non alla greca, anche se oggi questo piatto viene associato alla cucina greca, ma di origini dell’area curda dell’Iraq – la moussaka. Una serata assai gradevole e partecipata con calore dal numerosissimo (sala piena) pubblico.

E’ un fatto spiacevole che le grandi valenze culturali di questo mercato, il più vasto d’Europa e per molti versi unico al mondo, non siano sfruttate in maniera più proficua per questioni turistiche, come succede per altri mercati famosi in Europa e nel mondo. Nella nostra splendida e provinciale Torino questi aspetti culturali di valenza estrema sono considerati quasi dei disvalori, quasi cultura di “serie B”. Invece sono i valori autentici di ogni popolo e testimonianza unica e diretta, senza mediazioni, delle nostre caratteristiche e della nostra storia.

http://www.conservatoria.eu/

Porta Palazzo

https://www.vincenzoreda.it/porta-palazzo-il-mercato-piu-grande-deuropa/

Molto ho scritto, sia su questo sito sia altrove, di Porta Palazzo. Questo mio grande affanno, questa mia dedizione al Grande Mercato – unico al mondo per molti versi – giunge a una piccola soddisfazione: sono invitato a parlarne in una occasione particolare  e con le gambe sotto una tavola apparecchiata. Qui sotto i ritagli di “Specchio” de La Stampa del 10 febbraio 2012. Ne parlerò con maggior diffusione nei prossimi giorni.