Posts Tagged ‘wine wishes for 2011’
W 2011!

My best wishes for 2011.

A cork: let’s pull cork out of the…2011 bottle (or let’s uncork the 2011..).

2011 like a gentle phantom, a gentle wine stain: that is 2011, now!

E qui sotto i miei due biglietti augurali dipinti con Barbera e Dolcetto, soltanto per gli amici di internet. Poi, una poesia dialettale in piemontese dedicata alla “nata”, il tappo in dialetto piemontese (gavomse la nata, ovvero togliamoci il tappo, significa anche togliamoci uno sfizio, una soddisfazione)

La Nata

A l’e da temp piantà

ant ël col ëd na bota

a fé la guardia da ani passà

al vin ch’ a-i é sota.

Quand as gava la nata

e ël vin ancamin-a a mossé

i soma propri n’alegra brigada

e tuti ansema ‘ncaminoma a canté.

La nata, fasand sò dover,

a l’a përmetune ëd beive

‘n bon bicer.

Grassie nata, continua a saré

col vin che alegher an farà sté

e dëstopand na bota a la matin

an farà nen pensé ëd’la giornà ai sagrin.

(Il Tappo

È da tempo piantato nel collo di una bottiglia a fare la guardia da tanti anni al vino che sta sotto.

Quando si toglie il tappo e il vino inizia a diventare frizzante siamo proprio un’allegra brigata e tutti insieme incominciamo a cantare.

Il tappo, facendo il suo dovere, ci ha permesso di bere un buon bicchiere. Grazie tappo, continua a chiudere quel vino che ci farà stare allegri e stappando una bottiglia al mattino non ci farà pensare ai fastidi della giornata.)

Giuseppe Vasco